Come già anticipato nella sezione principale alla giornata AICE parteciperanno relatori di grande esperienza e di rilievo internazionale per poter illustrare la tematica secondo diverse prospettive ed in modo approfondito. Di seguito troverete i loro brevi profili professionali con gli abstract dei loro interventi.

Remy Cohen
Ha iniziato la sua carriera come economista presso il Fondo Monetario Internazionale a Washington, successivamente è stato Direttore Centrale di Euromobiliare, Direttore Generale e Responsabile Project Financing di Recchi Finanziaria. Nel 1994 ha fondato Cohen & Co.,una società di Advisory finanziaria specializzata in progetti infrastrutturali,  ed è stato rappresentante italiano per Bear Stearns and Co e di Macquarie Bank. Esperto in trasporti e PPP, fa parte del Revenue and Finance Committee del TRB, a Washington. Insegna Finanza per le infrastrutture presso LUM Jean Monnet,PPP presso il Master in Corporate Finance della Bocconi, ed è Research Fellow presso l'Università di Tel Aviv.

Differenti approcci al partenariato pubblico privato per lo sviluppo delle infrastrutture
La relazione verterà sulla differenza tra un approccio dinamico rispetto ad un approccio statico prendendo esempio da casi in Israele ed in USA. Si sottolineerà come l’attuale approccio statico che sperimentiamo in Italia porta a ritardi ed aumento dei costi dell’infrastruttura. Fenomeno aumentato dell’eccessiva asimmetria informativa tra settore pubblico e privato, che richiede dei seri investimenti in formazione della pubblica amministrazione.L’approccio dinamico esula dalle rigidità legislative ma applica una costante relazione con il progetto sottostante e ricerca la compatibilità tra esigenze progettuali e fattibilità tecnica, legale ed economica richieste dal mercato per la finanziabilità del progetto. Temi correlati:quanta attenzione c’è sui costi di costruzione e gestione delle infrastrutture? Competitività’ imprese di costruzione e scenario attuale del Progetto Italia. Come vedono i progettisti lo sviluppo del PPP? Ruoli mercato finanziario d CDP: stesse opportunità per tutte le imprese?

Alan Muse
Has over 30 years’ experience in construction, specializing in the project and cost management of schemes up to £4 billion. Overseas experience includes spells in both the Middle East and East Asia. Since joining the RICS in May 2011, Alan has been involved in all aspects of the RICS response to the UK government construction strategy. Also, he leads international construction and BIM initiatives within the RICS including the development of skills, training and guidance for RICS members. Finally, as a Global Director in Professional Groups he liaises with Chartered Surveyors on general matters of international standards development, international construction policy and global education and training.

Hard decisions in a soft world: standards, data and competence in project initiation
Narrow decisions to proceed with construction on capital cost alone are under challenge. Governments and private sector end users are under pressure from their stakeholders and wider society to factor in whole life performance and social value. Historically, this has been problematic because there has been a paucity of credible and robust data. How can this be improved and what implications will have it have for those concerned with the financial management of construction? This presentation will examine how the second edition of ICMS will provide a common international taxonomy and nomenclature for capital and life cycle cost reporting, how this links to new technology, data repositories and new procurement metrics and how raising the bar with competence levels will ensure better and more consistent advice to clients.

Luigi Santapaga
Svolge dal 1989 la professione di Senior Trainer nel campo della Formazione per Formatori (Train The Trainer), della Comunicazione e dell’Information Technology. Lo studio e la passione per le lingue gli hanno permesso di formarsi nelle migliori scuole internazionali, sia per le Soft Skills che per le competenze informatiche. Nel 1995 ha fondato Forma Mentis prodigando in questa tutte le sue energie. Ha coordinato e gestito numerosi progetti formativi, anche di vaste proporzioni, dedicati principalmente a imprese ed enti pubblici, oltre a una serie interminabile di corsi rivolti a piccole, medie e grandi imprese, studi professionali, liberi professionisti e privati, sia in Italia che all’estero. Dal 2015 è ideatore, promotore e coordinatore del progetto di responsabilità sociale d’impresa (CSR) FMIA – Forma Mentis InnovACTION Award rivolto a studenti della scuola superiore.

Insegnare i valori della progettualità alle giovani generazioni: quando teamwork, tecnologia e ideali determinano la qualità delle idee e diventano variabili fondamentali dell’equazione costi/benefici
Il progetto FMIA2020 – Forma Mentis InnovACTION Award 2020 – Ricostruiamo Amatrice! È un’iniziativa di Responsabilità Sociale d’Impresa per offrire agli studenti l’opportunità di sviluppare idee e favorire l’innovazione. Il progetto costituisce un importante programma di crescita rivolto agli studenti, multidisciplinare e applicato al mondo del lavoro. Prevede una formazione per gli studenti in ambito Soft Skill e IT, applicando poi le competenze acquisite in un Concorso di Idee. Questo progetto apre una finestra sul futuro e su come le dinamiche della progettualità possano essere insegnate ai giovani: lavori di gruppo, tecnologia e ideali sono strumenti che favoriscono lo sviluppo di idee diventando elementi fondamentali nelle valutazioni relative ai costi/benefici.

Maria Teresa Broggini Moretto
Svolge attività di libero professionista, valorizzando l’esperienza maturata nei vari ruoli dirigenziali ricoperti presso gli Enti Pubblici e le Aziende Pubbliche o Private, dedicandosi al marketing strategico innovativo per lo sviluppo e la gestione di progetti di attività produttive del settore Commercio e/o Ricettivo con particolare attenzione all’applicazione delle normative tecniche cogenti per i Pubblici Esercizi della somministrazione di cibo e bevande. E’ consulente della FIPE (Federazione Italiana Pubblici Esercizi) di Confcommercio con il compito di analizzare le tendenze di cambiamento e presentare i processi di lavorazione innovativi in occasione delle manifestazioni fieristiche di settore, soprattutto per quanto riguarda le attrezzature professionali e la sicurezza alimentare. Collabora con avvocati amministrativisti ed esperti in urbanistica commerciale.

Antonio Vettese
Dal 1969 al 2001, Project manager e poi Project Director nella realizzazione delle centrali termiche di Igarapè (Brasile), di Ismailia (Egitto), di Suez (Egitto), della riqualificazione transitoria del Quartiere storico, della realizzazione dei Nuovi padiglioni Portello e del Polo esterno di Fiera Milano. Partecipa al gruppo di lavoro per la redazione della legge sui lavori pubblici della Valle d’Aosta e a commissioni del Ministero dell’industria per lo sviluppo di normativa antincendio nei quartieri espositivi. Come società Sistema Progetto, sviluppa servizi di Project e Construction Management in progetti complessi in Italia e all’estero. Redige il manuale delle trasformazioni urbane complesse nell’ambito del progetto europeo Courbit e coordina i progetti pilota OICE –BIM e partecipa all’EFCA BIM task Group per la redazione di Linee guida sul BIM (2016/2017).

L'analisi costi/benefici attraverso l'esperienza e le conoscenze di AICE
L'Analisi Costi Benefici non può esprimere valori certi e determinati, perché essendo un modello probabilistico come tale deve essere usato e quindi richiede di essere maneggiato con cura e spiegato da chi ha la base di conoscenza scientifica necessaria per interpretarlo. Se si semplifica il modello e lo si riduce alla sola considerazione dei valori economici, espressi in termini di costi e di ricavi, dell’opera da realizzare non si sta eseguendo nessuna Analisi Costi e Benefici, ma si sta semplicemente redigendo il piano economico. In tale contesto ha un ruolo fondamentale anche la corretta organizzazione delle informazioni, non solo per l'analisi costi/benefici ma in generale per il governo dell'Asset.

Samuele Astuti
Ha conseguito la Laurea in Economia aziendale, il Master in E-business e Supply Chain Management e il Dottorato di ricerca in Gestione Integrata di Azienda.  Attualmente lavora come docente presso l’Università Carlo Cattaneo-LIUC di Castellanza; i settori di cui si occupa riguardano sempre la tecnologia e l’innovazione, ma anche i sistemi di produzione industriale e il mondo del Web. Sindaco di Malnate (VA) dal 2011 al 2018 e Segretario Provinciale del Partito Democratico dal 2013 al 2018, è Consigliere Regionale della Lombardia, eletto alle elezioni del 4 marzo 2018, fa parte dell’Ufficio di Presidenza della Commissione Attività Produttive, Lavoro e Formazione e Membro della Commissione Sanità e Welfare.

Quale ruolo hanno le analisi costi benefici nelle decisioni politiche
Quale ruolo hanno le analisi costi benefici nelle decisioni che deve prendere la politica? Quale deve essere il giusto rapporto tra ambito politico e ambito tecnico? Quale è stata l’evoluzione degli ultimi anni dei pesi e contrappesi della politica nei confronti dei tecnici (e viceversa!)?
Queste sono alcune domande a cui si cercherà di dare risposta ed offrire qualche spunto di riflessione.

Alessandro Aresu
Ingegnere per l’Ambiente e il Territorio ha sviluppato la propria carriera a partire dal 2001 assumendo diversi ruoli di natura tecnica e gestionale in ambito di riqualificazione di siti contaminati, per conto di primari gruppi industriali in Italia, Germania e Gran Bretagna. L’eterogeneità delle responsabilità ricoperte, sia sul fronte della consulenza che dell’esecuzione l’hanno reso un esperto dei temi negoziali in contesti EPC implementando le best practices del network internazionale nel contesto Italiano.
Dal 2011 fa parte di Arcadis, player globale nel campo dell’engineering e dell’advisory, nonché del construction di interventi di bonifica complessi, di cui ha assunto la Direzione Commerciale nel 2019, ricoprendo in precedenza il ruolo di Responsabile dello sviluppo dei servizi della Business Line Environment e del settore Oil & Gas.

L’applicazione dell’analisi costi benefici nella progettazione di interventi di riqualificazione ambientale
I processi decisionali legati alla definizione delle più sostenibili tecniche di intervento di risanamento ambientale di un sito contaminato hanno interiorizzato i princìpi cardine dell’analisi costi – benefici. Tuttavia, sempre più spesso l’influenza degli stakeholder in tali processi contribuisce a creare significative deviazioni dai sempre più necessari concetti di Green Economy e Sostenibilità, ancor più in relazione ai processi di riqualificazione urbana e industriale dove gli investitori necessitano di adeguate garanzie. Come garantire ampi processi partecipativi e assicurare al contempo il mantenimento di una concreta analisi costi – benefici? Come valutare in maniera oggettiva il bene comune? Che contributo può assicurare l’innovazione digitale?

Maurizio Granata
With an extensive background in both engineering and business, Maurizio Granata has built a career spanning over than 30 years in the plant design industry. Building on his MSC in chemical engineering, business management and executive MBA, he has held increasingly responsible positions in real engineering and project management and has provided information technology consulting and related services to EPCs and Owner Operators, as well as published numerous expert papers, as his career progressed. Mr. Granata joined Intergraph in 2001 and currently holds the position of Business Development Executive EMIA/Digital Transformation project execution & performance management.

The Game Change in Costs and Performance Management
Digital transformation is impacting the way enterprises interact each other and deal with clients, either internally or outside the organization. Costs and performance management related roles and functions are not exceptions. It implies that multiple disrupting changes will potentially affect stakeholders to dramatically improve the way they collect costs and progress, determine the performance and communicate status to management. “The Game Change in costs and performance management” presentation will highlight how important forward-thinking organizations embraced available digital technology to reshape internal work processes and change established roles and practices. A change available to anyone, after pioneers set the way.

 

 

I prossimi eventi, corsi e seminari

Giornata AICE 2019 - Milano, 22 novembre

22-11-2019

La tematica dell'analisi costi/benefici, proposta durante gli eventi organizzati per il 40° anniversario di AICE, ha suscitato molto interesse da...

Read more

I relatori della Giornata AICE 2019

22-11-2019

Come già anticipato nella sezione principale alla giornata AICE parteciperanno relatori di grande esperienza e di rilievo internazionale per poter...

Read more

Corsi di formazione 2019-2020

06-12-2019

AICE (Associazione Italiana di Ingegneria Economica) propone l’edizione 2019-2020 del catalogo formativo in Total Cost Management (TCM). Il catalogo è composto...

Read more

Abbiamo 85 visitatori e nessun utente online